Film: "Alexander"

28.03.2018

Alexander è un film di Oliver Stone del 2004 che racconta la vita e le imprese di Alessandro Magno, un grande sovrano macedone.

Il film inizia con la sua morte, avvenuta nel 323 a.C. a Babilonia a soli 33 anni. Poi la scena si sposta su Tolomeo, suo fedele compagno, che detta a uno scriba la storia di Alessandro, la sua vita e le tappe fondamentali della creazione del suo impero macedone.

Alessandro nacque a Pella, in Macedonia, e ricevette un'attenta educazione, tanto che ebbe come precettore il grande filosofo greco Aristotele.

Nel film si evidenzia il ruolo importante dell'Iliade che influenzò Alessandro fin da bambino, esaltando i valori della forza e il coraggio di Achille.

Viene anche evidenziato il rapporto conflittuale con i genitori: il padre Filippo, severo ed esigente, e la madre Olimpia, possessiva e molto presente nella vita del figlio, tanto da influenzare le sue scelte. Un altro personaggio importante è Efestione, con cui Alessandro ha un forte legame e il loro rapporto è vissuto apertamente.

Spinto dal desiderio di conquistare il mondo, Alessandro conduce le sue truppe in terre inesplorate, fino ad arrivare in India, fondando un immenso impero, mai visto prima.

Un aspetto che mi ha colpito molto del personaggio, oltre alla sua ambizione e alla sua determinazione, è stata l'intenzione di Alessandro di voler riunire tutti i popoli, superando differenze di cultura e di razza. Per realizzare il suo sogno, recluta nell'esercito giovani persiani, sposa una principessa della Sogdiana e promuove matrimoni misti ai suoi compagni. Alessandro voleva abbattere confini politici e culturali tra Occidente e Oriente, purtroppo però sappiamo che alla sua morte l'impero fu spartito e non ci fu un erede.

Mi è piaciuta molto la riproduzione della maestosa Babilonia, con i suoi immensi palazzi ricoperti d'oro e guarniti di oggetti preziosi.

Nelle battaglie, molto intese e ben raccontate, emerge l'abilità dell'esercito, il coraggio di Alessandro e il modo in cui trasmetteva ai suoi uomini entusiasmo, forza e grinta prima di ogni scontro.

Sono rimasta molto affascinata dal personaggio di Alessandro. Un uomo diventato re a soli 20 anni, alla ricerca di gloria e avventura, con l'ambiziosa idea di unire i popoli. Un uomo intelligente, pronto a combattere in prima linea, ma anche addolorato davanti alla morte dei suoi uomini e sofferente quando perde l'amato Efestione.

Consiglio la visione del film, sia per la rappresentazione storica degli avvenimenti, sia perché ci fa comprendere chi era veramente Alessandro Magno, come ha vissuto e ciò che è riuscito a compiere con il suo carattere e la sua personalità.

Flavia Fardelli (IB)